Il mistero di Bellavista

Il mistero di Bellavista è un film del 1985, scritto, diretto e interpretato da Luciano De Crescenzo. Trama Dalla terrazza del suo palazzo il professore Bellavista sta osservando la Cometa di Halley. Il vice sostituto-portiere Salvatore e l'amico Saverio anziché inquadrare la cometa, puntano per errore l'obiettivo del telescopio verso la finestra di un appartamento del palazzo di fronte credendo di assistere ad un omicidio. Giunti sul posto, la padrona dell'appartamento "sospetto", trafficante di pellicce, è scomparsa, lasciando il ragù "acceso sul fuoco" (in cottura). Il gruppo insieme con altri conoscenti comincia ad investigare privatamente sul delitto, imbattendosi in soggetti alquanto "originali", tra i quali una coppia di anziane sorelle che per evitare lo sfratto fingono di avere un nipote pazzo in casa, un nobile decaduto esperto d'arte che organizza con la complicità della moglie delle sceneggiate pur di vendere finti quadri di valore, fino ad imbattersi nel pellicciaio italoamericano Frank Amodio, losco trafficante nonché amante della signora scomparsa. Grazie a lui, il genero di Bellavista emigrato al Nord potrà avere il suo primo acquirente per un rifugio antiatomico, e si scoprirà che la signora scomparsa era in realtà partita all'improvviso.