Le Ferrovie dello Stato…

La  giornata è andata così e senza la predizione di un mago o di un astrologo!

In verità un mio amico astrologo ieri sera mi aveva detto, “da domani il tuo segno entra in capricorno”…Ma non ho approfondito se questo dovesse essere un presagio di grandi irritazioni.

Mi sveglio all’alba per andare da Roma a Napoli, per un importante appuntamento con un treno ad alta velocità per la modica cifra di euro 58. Arrivata alla stazione noto sugli schermi delle partenze che il treno ha appena 1 ora e 10’ di ritardo, cioè esattamente l’ora e 10 che avrei, dovuto spendere per arrivare a Napoli in tempo giusto, ad un appuntamento stretto e forzato da orari precisi, in quanto le persone che mi aspettavano a loro volta dovevano partire.

Cerco un altro treno che mi facesse arrivare con meno ritardo, e trovo quello delle 9:18. Mi metto in fila per verificare se posso usare lo stesso biglietto, sentendomi rispondere che avrei dovuto pagare 8 euro di cambio prenotazione!

LE FERROVIE DELLO STATO  MI FANNO UN DANNO PERCHE’ A CAUSA DI UN LORO RITARDO, DEVO CAMBIARE TRENO E NEANCHE MI AGEVOLANO NEL CAMBIO SU UN LORO STESSO IDENTICO PERCORSO E IDENTICA LINEA AD ALTA VELOCITA’…PERFETTO!

Vado per pagare, dovendo fare,  inutile sottolinearlo, un’altra fila ma mi accorgo in tempo…PRIMA DI SBORSARE ALTRI OTTO EURO, che anche questo treno porta più di 20 minuti di ritardo.

Telefonate su telefonate da Napoli a Roma e da Roma a Napoli con il risultato di un appuntamento di lavoro importante definitivamente saltato.

Mi avvio a chiedere il rimborso al club freccia rossa, ed una gentile signorina dopo una attesa di 10 minuti mi dice che rimborsano il 70% del biglietto

SONO INFURIATA! UN APPUNTAMENTO MANCATO E TRE FILE …SENZA OTTENERE NEANCHE UN RIMBORSO TOTALE!

Indignata mi avvio a fare una QUARTA fila al banco assistenza clienti, durata 30 minuti, ed un’altra gentile signorina mi assicura che il biglietto che ho acquistato due ore prima mi verrà rimborsato completamente (INFORMAZIONE DIFFERENTE DALLA PRIMA SIGNORINA), ma che devo recarmi alla biglietteria.

Ricapitolando…mi sono svegliata alle 7, 30 ho pagato fino ad ora un parcheggio per la macchina che mi costa 2 euro l’ora, non sono partita e non per colpa mia, sono le 9,30  ed ancora non riesco ad avere il mio rimborso.

Facendo l’attrice e conoscendo a memoria i film di Totò faccio come lui e mi dico…”vediamo questo stupido dove vuole arrivare” e mi avvio alla mia quinta fila della mattinata: direzione…biglietteria, in mezzo a giapponesi, spagnoli, francesi, marocchini e italiani che hanno avuto la malaugurata idea di venire in vacanza in Italia. Per un serpentone di 4 interminabili file…agli sportelli, solo 5 impiegati.

Faccio la fila che dura circa 40 minuti, che se avessi dovuto comprare un biglietto per partire avrei sicuramente perso il treno, e quando arriva il mio turno l’ennesima signorina gentile mi dice che non mi può rimborsare, ma che devo fare un’altra fila per prendere un modulo, riempirlo e aspettare un assegno a casa…quando? Boh!

MI METTO AD URLARE COME UNA PAZZA, CHIEDO DI PARLARE CON UN CAPO, DICO CHE NON VADO VIA DI LI’, SE NON PARLO CON QUALCUNO CHE MI POSSA DARE UNA RISPOSTA ESAUSTIVA, E LA SIGNORINA NON FA ALTRO CHE RIPETERE COME UN DISCO ROTTO…”QUESTE SONO LE REGOLE”.

RIESCO AD OTTENERE…CHIAMANDOMI MARISA LAURITO E NON SIGNORA CIUNCIA’CIA’ DI PECHINO, CHE MI PORTI LEI UN MODULO, EVITANDOMI UNA SESTA O SETTIMA O QUINTA FILA…HO PERDUTO IL CONTO, E CHIEDO ANCHE UN MODULO PER FARE UN RECLAMO MENTRE LA GENTILE SIGNORINA SUSSURA…”MI DISPIACE”.

CONSUNTIVO DELLA MATTINATA:

  • Appuntamento importante mancato con danni da recuperare
  • Tempo perduto
  • Levataccia inutile
  • Soldi spesi
  • Interminabili file
  • Fegato tritato
  • E Rimborso a non si sa quando

Ringrazio le ferrovie dello stato e i nostri governanti che ci alleggeriscono la vita con servizi efficienti in cambio delle tasse che noi paghiamo.