aiutooooooo

Veramente nel nostro paese non c’è da annoiarsi a leggere il giornale ed ogni giorno ce n’è una nuova, una delle ultimissime è una proposta di legge del senatore Orsi di (quale partito?…) che prevede di poter dare la licenza di caccia a 16 anni, quindi di affidare ad un ragazzino di 16 anni un fucile anche se accompagnato da un maggiorenne. Quindi un sedicenne ed un diciottenne possono andare insieme a caccia, e magari posando il fucile stuprare qui e li quel che capita.
Ma cosa stiamo insegnando ai ragazzi?

A 16 anni però non si può votare, nè bere alcool e non si può guidare l’automobile? Ma forse presto arriverà una proposta di legge anche per risolvere questi divieti .

Il ragazzo tedesco Tim Kretschmer di 17 anni, che ha sparato 60 colpi nella scuola, uccidendo e ferendo una marea di persone, e altri 52 lungo il percorso che ha fatto prima di arrivare al luogo dove si è suicidato, non ha fatto riflettere chi ha presentato questa nuova proposta di legge, che inoltre prevede la totale liberalizzazione dei richiami vivi!
I richiami vivi sono gli uccelli tenuti prigionieri in piccolissime gabbie per attirarne altri. Già oggi questa pessima pratica è consentita, seppure con limitazioni.
Ma il senatore Orsi vuole liberalizzarla totalmente.
Sarà possibile detenerne e utilizzarne un numero illimitato. Tutte le specie di uccelli, cacciabili o non cacciabili, potranno essere usate come richiami vivi. Anche le peppole, i fringuelli, i pettirossi. Le civette legate per zampe e ali e utilizzate come esca! Spariranno gli anelli di riconoscimento per i richiami vivi. Sarà sufficiente un certificato. Uno per tutti…solo a pensarci mi sento male.

Mia madre allevava pettirossi e passerotti, quelli che cadevano dai nidi, li sfamava e poi li liberava. Uccelli intelligentissimi che circolavano liberi per casa mia e che capivano qualunque parola, per non parlare della maestosità di una civetta…

Sempre in questa proposta scompare la definizione di specie superprotette. Animali come il lupo, l’orso, le aquile, i fenicotteri, i cigni, le cicogne e tanti altri, in Italia restano senza più protezioni.
E si riapre la caccia lungo le rotte di migrazione. Quei meravigliosi uccelli, che hanno un richiamo istintivo a migrare per la loro capacità di orientamento, che si rifà alla posizione del sole ed il suo azimut ed i suoi movimenti, che riconoscono la posizione di catene montuose e seguono i sistemi fluviali, per migrazioni diurne. Che conoscono la direzione dei venti, la posizione della luna e delle stelle, per le migrazioni notturne… bum…bum… qualche colpo e via… tutto finito… che ce ne importa? Tanto gli uccelli forse si riprodurranno, se non li ammazzano tutti e dov’è il problema?
I cacciatori diventeranno automaticamente tassidermisti, e vuol dire che non dovranno più rispettare alcuna procedura. Animali uccisi e imbalsamati senza regole. Ma che meraviglia!!!!!!!!!

Tra poco si aprirà la caccia nei parchi a specie non cacciabili. Addirittura nei Parchi e nelle altre aree protette! Questa è la proposta di legge .

Mi dimetto da essere umano, ed entro a far parte della specie animale… Sono sicuramente più buoni e gentili di noi.